L’Associazione Culturale Mediterraneo festeggia i 10 anni di attività con due incontri con Franco Cardini. Lunedì 21 Gennaio: alle ore 10.30 al Liceo Pacinotti e alle ore 17 nella Sala della Provincia
11 gennaio 2019 – 22:27 | No Comment

L’Associazione Culturale Mediterraneo festeggia i 10 anni di attività con due incontri con Franco CardiniLunedì 21 gennaio:ore 10.30 – Auditorium Liceo Scientifico Pacinotti: – La via della seta. Una storia millenaria tra Oriente e Occidente.ore …

Leggi articolo intero »
Crisi climatica e nuove politiche energetiche

Economia, società, politica: anticorpi alla crisi

Quale scuola per l’Italia

Religioni e politica

Ripensare il Mediterraneo un compito dell’Europa

Città della Spezia Rubrica Luci della città »

Il mondo che scotta e la rivoluzione che Spezia può fare
23 febbraio 2019 – 09:42 | Nessun commento
Palestina, dintorni di Gerico, monastero musulmano di Nabi Musa (2018) (foto Giorgio Pagano)

Palestina, dintorni di Gerico, monastero musulmano di Nabi Musa
(2018) (foto Giorgio Pagano)

Città della Spezia, 17 febbraio 2019 – “Il mare si alzerà di un metro entro fine secolo”, questo il titolo di un articolo pubblicato giovedì scorso da “Città della Spezia”. Anche l’area costiera spezzina -si legge nel testo- rischia di finire sott’acqua entro il 2100, a causa dell’innalzamento del livello del mare provocato dal riscaldamento globale. A sostenerlo è una ricerca dell’Enea, presentata nei giorni scorsi da Confcommercio. Il porto di Spezia rischia di finire sott’acqua, anche oltre il metro.
Che cosa aspettiamo ancora per intervenire? Questa stagione della storia è probabilmente la più cieca verso il futuro che la civiltà abbia fin qui conosciuto. Le élite che ci governano ci inchiodano a un “presentismo” ossessivo: ma dobbiamo ribellarci.
Gli orsi polari hanno invaso da dicembre il villaggio di Belushja Guba, sul mar Glaciale Artico, costringendo le autorità locali a dichiarare lo stato di emergenza. Decine di immagini ritraggono i predatori sul ciglio di abitazioni, costretti a cacciare sulla terraferma anziché in mare aperto a causa dello scioglimento dei ghiacci. Ho visto di persona gli effetti del cambiamento climatico in Africa: inondazioni violente, frane, difficoltà dell’agricoltura, problemi nella fornitura di acqua potabile… Due terzi delle città africane sono sotto minaccia da qui al 2035. Durante i miei viaggi in Norvegia ho conosciuto il popolo Sami, pastori lapponi delle terre artiche di Norvegia, Russia, Finlandia e Svezia, che pascolano renne e che sono stati emarginati per generazioni. Ora che la loro cultura viene finalmente protetta, il cambiamento climatico divora le loro terre: scioglie la prima neve e crea uno strato di ghiaccio a contatto con il terreno, che impedisce alle renne di trovare cibo. Gli esempi potrebbero continuare a lungo.
Chi ci governa ci spinge a un “sovranismo” chiuso a difesa di casa propria. Dobbiamo mantenere come sfondo, invece, la rigenerazione della Terra intera. Siamo preoccupati più della fine del mese che della fine del pianeta perché ignoriamo i nessi dell’una con l’altra, e la responsabilità in entrambe le crisi, l’economica e la climatica, di quella cupola (l’1, o lo 0,01 per cento) dei signori del capitalismo finanziario, estrattivo e predatorio che domina il pianeta, contro la moltitudine sterminata dei popoli e delle comunità che ne subiscono le conseguenze. Una moltitudine di cui i profughi e i migranti che cercano di varcare -anche sotto la spinta dei cambiamenti climatici- i confini di un mondo protetto non sono che un’avanguardia.
Tra i pochi che mettono in relazione le migrazioni con i cambiamenti climatici e che legano la lotta ai cambiamenti climatici a una prospettiva di emancipazione per tutti, cittadini delle nostre ex cittadelle del benessere e popoli affamati della Terra, c’è Papa Francesco. E c’è Naomi Klein, che ci invita a partire dai territori e ci spiega che la difesa dei territori è una rivoluzione, l’unica in grado di garantire vita e benessere alle comunità che li abitano, ma anche di segnalare le tante cose da fare per cambiare il mondo. E di adottare, qui e ora, migliaia di iniziative diffuse di conversione ecologica dell’economia per garantire un futuro a noi e a chi verrà dopo di noi. Leggi articolo intero »

Popularity: 1%

Waterfront, l’interramento di viale Italia è decisivo
16 febbraio 2019 – 23:06 | Nessun commento
Waterfront, l’interramento di viale Italia è decisivo

Città della Spezia, 10 febbraio 2019 – Nella “calma piatta” che regna in città da quando si è insediata la nuova Amministrazione, si intravede finalmente qualche elemento di quella discussione vera sui contenuti che finora …

Croccolo uomo giusto e generoso. La sua vita un monito a restare umani
14 febbraio 2019 – 19:06 | Nessun commento

Città della Spezia, 7 febbraio 2019 – Adolfo Aharon Croccolo se ne è andato, lasciando un grande vuoto. E’ stato un testimone emblematico della storia spezzina del secolo scorso, contrassegnata da una spinta possente alla …

Sanità spezzina, la riscossa è possibile
10 febbraio 2019 – 10:59 | Nessun commento
Sanità spezzina, la riscossa è possibile

Città della Spezia, 3 febbraio 2019 – Vista dall’estero, con qualche distanza, la situazione italiana, e quindi anche spezzina, sembra cupa. Di più: è il progetto europeo che è in crisi. L’egemonia delle idee di …

La Shoah e la responsabilità individuale
1 febbraio 2019 – 09:57 | Nessun commento
La Shoah e la responsabilità individuale

Città della Spezia, 27 gennaio 2019 – Sono a Gerusalemme, oggi è la Giornata della Memoria. Andrò, come tante altre volte durante le mie missioni in Palestina e i miei viaggi in Israele, allo Yad …

In direzione ostinata e contraria
26 gennaio 2019 – 22:59 | Nessun commento
In direzione ostinata e contraria

Città della Spezia, 20 gennaio 2019 – Qualche giorno fa ero a casa di Gino Paoli, sulle alture di Nervi. Abbiamo parlato tanto anche di De André. Entrambi eravamo rimasti colpiti, l’11 gennaio, dalla coda …

Rosa Luxemburg, Jan Palach e l’altra strada
18 gennaio 2019 – 13:09 | Nessun commento
Rosa Luxemburg, Jan Palach e l’altra strada

Città della Spezia, 13 gennaio 2019 – Il 15 gennaio del 1919, cento anni fa, a Berlino faceva molto freddo. Quel giorno, poco prima di mezzanotte, Rosa Luxemburg, una delle donne più celebri della storia, …

Risvegli
11 gennaio 2019 – 22:19 | Nessun commento
Risvegli

Città della Spezia, 6 gennaio 2019 – Alcuni lettori, dopo l’articolo di domenica scorsa, mi hanno scritto formulando varie opinioni, tutte comunque scorate sul futuro della sinistra e con domande sulla sua possibile rinascita. Confesso …

Torniamo a immaginare
5 gennaio 2019 – 22:32 | Nessun commento
Torniamo a immaginare

Città della Spezia, 30 dicembre 2018 – Come passerà alla storia il 2018 italiano? Come l’anno del governo del “grande cambiamento”? Certamente l’alleanza M5S – Lega ha portato novità. Ma fino a un certo …

Natale, nel Mediterraneo,non arriverà
28 dicembre 2018 – 23:21 | Nessun commento
Natale, nel Mediterraneo,non arriverà

Città della Spezia, 23 dicembre 2018 – Il piccolo Sam è nato mercoledì su una spiaggia libica e dopo due ore, avvolto in un fagotto dalla mamma, è salito con lei su un gommone, in …

Osvaldo Prosperi e la ricostruzione di Spezia
24 dicembre 2018 – 10:02 | Nessun commento
Osvaldo Prosperi e la ricostruzione di Spezia

Città della Spezia, 16 dicembre 2018 – Chissà quanti sono gli spezzini che, passando per via Prosperi, la strada del “mercato del martedì”, sanno che Osvaldo Pacifico Prosperi fu, per cinque anni (1946-1951), il Sindaco …

Varese Antoni partigiano Varese Antoni politico
16 dicembre 2018 – 11:00 | Nessun commento

Nella ricorrenza dei dieci anni della morte11 dicembre 2018
Intervento di Giorgio PaganoCopresidente del Comitato Unitario della Resistenza
Varese Antoni nacque il 24 luglio 1921 a Pisa, ma fu sempre spezzino, della Chiappa. Studente diplomato ragioniere al …

Quel ’68 operaio e studentesco a Spezia, dove cominciò la rivoluzione
16 dicembre 2018 – 10:00 | Nessun commento

Il Secolo XIX, 9 dicembre 2018 – Cinquant’anni fa, il 10 dicembre 1968, gli studenti dell’Itis Capellini occuparono la scuola. Nei giorni successivi furono occupate tutte le scuole spezzine e sarzanesi, tranne il Liceo Scientifico …

Per i diritti umani
14 dicembre 2018 – 11:18 | Nessun commento
Per i diritti umani

Città della Spezia, 9 dicembre 2018 – Sono appena tornato da una missione in Palestina, la terra dove il mio impegno di cooperante mi porterà sempre più nei prossimi due anni. Cuore e testa li …

Presentazione di “Sebben che siamo donne. Resistenza al femminile in IV Zona Operativa, tra La Spezia e Lunigiana” di Giorgio Pagano e Maria Cristina Mirabello – Sabato 15 Dicembre ore 16.30 a Moneglia, Sala del Consiglio Comunale
13 dicembre 2018 – 22:39 | Nessun commento
Presentazione di “Sebben che siamo donne. Resistenza al femminile in IV Zona Operativa, tra La Spezia e Lunigiana” di Giorgio Pagano e Maria Cristina Mirabello – Sabato 15 Dicembre ore 16.30 a Moneglia, Sala del Consiglio Comunale

Presentazione di “Sebben che siamo donne. Resistenza al femminile in IV Zona Operativa, tra La Spezia e Lunigiana”
di Giorgio Pagano e Maria Cristina Mirabello
Sabato 15 dicembre ore 16,30
Moneglia – Sala del Consiglio Comunale
Il libro di …

Presentazione di “Sebben che siamo donne. Resistenza al femminile in IV Zona Operativa, tra La Spezia e Lunigiana” di Giorgio Pagano e Maria Cristina Mirabello – Mercoledì 12 Dicembre ore 17 a Riccò del Golfo, Aula consiliare
11 dicembre 2018 – 09:52 | Nessun commento
Presentazione di “Sebben che siamo donne. Resistenza al femminile in IV Zona Operativa, tra La Spezia e Lunigiana” di Giorgio Pagano e Maria Cristina Mirabello – Mercoledì 12 Dicembre ore 17 a Riccò del Golfo, Aula consiliare

Presentazione di “Sebben che siamo donne. Resistenza al femminile in IV Zona Operativa, tra La Spezia e Lunigiana”
di Giorgio Pagano e Maria Cristina Mirabello
Mercoledì 12 Dicembre ore 17
Riccò del Golfo, Aula consiliare
Il libro di Giorgio …

Giorgio Pagano presenta il libro e la mostra fotografica “Sao Tomé e Principe – Diario do centro do mundo” – Domenica 9 Dicembre ore 17 a Framura, Loc. Setta – Aula consiliare
11 dicembre 2018 – 09:49 | Nessun commento
Giorgio Pagano presenta il libro e la mostra fotografica “Sao Tomé e Principe – Diario do centro do mundo” – Domenica 9 Dicembre ore 17 a Framura, Loc. Setta – Aula consiliare

Giorgio Pagano presenta il libro e la mostra fotografica
“Sao Tomé e Principe – Diario do centro do mundo”
Framura
Località Setta – Aula consiliare
Domenica 9 dicembre ore 17
Domenica 9 dicembre alle ore 17 a Framura (località Setta …

Vita e morte di “Bisagno”
8 dicembre 2018 – 22:30 | Nessun commento
Vita e morte di “Bisagno”

Città della Spezia, 2 dicembre 2018 – Aldo Gastaldi, “Bisagno”, fu un protagonista della Resistenza ligure e italiana. Un protagonista “gigantesco”, lo definisce Sandro Antonini nel suo bel libro “Io, Bisagno. Il partigiano Aldo Gastaldi”, …

Salviamo le Cinque Terre
3 dicembre 2018 – 09:21 | Nessun commento
Salviamo le Cinque Terre

Città della Spezia, 25 novembre 2018 – “Le Cinque Terre siamo noi”: così si chiamerà il soggetto unitario espressione dei cittadini e delle forze economiche del territorio che va da Riomaggiore a Monterosso, annunciato dai …

Presentazione di “Sebben che siamo donne. Resistenza al femminile in IV Zona Operativa, tra La Spezia e Lunigiana” di Giorgio Pagano e Maria Cristina Mirabello – Giovedì 29 Novembre ore 17 a Santo Stefano Magra, Centro Sociale Ruffini
27 novembre 2018 – 16:04 | Nessun commento
Presentazione di “Sebben che siamo donne. Resistenza al femminile in IV Zona Operativa, tra La Spezia e Lunigiana” di Giorgio Pagano e Maria Cristina Mirabello – Giovedì 29 Novembre ore 17 a Santo Stefano Magra, Centro Sociale Ruffini

Presentazione di “Sebben che siamo donne. Resistenza al femminile in IV Zona Operativa, tra La Spezia e Lunigiana”
di Giorgio Pagano e Maria Cristina Mirabello
Giovedì 29 Novembre ore 17
Santo Stefano Magra, Centro Sociale Ruffini
Il libro di …

A dieci anni dalla Grande Crisi le vecchie ricette non servono più
24 novembre 2018 – 23:23 | Nessun commento
A dieci anni dalla Grande Crisi le vecchie ricette non servono più

Città della Spezia, 18 novembre 2018 – Sono passati dieci anni. Era il 5 settembre 2008: i dipendenti della banca Lehman Brothers, con sede a Wall Street, riempirono le scatole di cartone con i loro …