Presentazione del primo Volume di “Un mondo nuovo, una speranza appena nata. Gli anni Sessanta alla Spezia ed in provincia” di Giorgio Pagano e Maria Cristina Mirabello – Giovedì 10 Settembre al parco della Maggiolina e Venerdì 11 al Cinquale di Montignoso
9 Settembre 2020 – 08:27 | No Comment

Il primo Volume del libro di Giorgio Pagano e Maria Cristina Mirabello “Un mondo nuovo, una speranza appena nata. Gli anni Sessanta alla Spezia ed in provincia” sarà presentato, nei prossimi giorni, alla Spezia, al …

Leggi articolo intero »
Crisi climatica e nuove politiche energetiche

Economia, società, politica: anticorpi alla crisi

Quale scuola per l’Italia

Religioni e politica

Ripensare il Mediterraneo un compito dell’Europa

Home » Crisi climatica e nuove politiche energetiche, Economia, società, politica: anticorpi alla crisi, Quale scuola per l'Italia, Religioni e politica, Ripensare il Mediterraneo un compito dell'Europa

Il programma primaverile dell’Associazione Culturale Mediterraneo

a cura di in data 19 Aprile 2013 – 12:56Nessun commento

Il Consiglio Direttivo dell’Associazione Culturale Mediterraneo si è riunito per discutere il programma dei prossimi mesi, sulla base delle indicazioni dei suoi cinque gruppi di lavoro
Quattro gruppi di lavoro (Quale scuola per l’Italia; Crisi climatica e nuove politiche energetiche; Ripensare il Mediterraneo, un compito dell’Europa; Economia, società, politica: anticorpi alla crisi) hanno previsto incontri con rappresentanti del nuovo Governo sulle specifiche materie di competenza. L’incertezza della situazione politica nazionale potrebbe rendere difficile queste iniziative: il Consiglio esaminerà la loro realizzabilità nelle prossime settimane.
Per quanto riguarda i temi della scuola, in questi mesi è stato instaurato un proficuo rapporto con la Consulta studentesca provinciale: si sta lavorando a due iniziative, da tenersi possibilmente entro quest’anno scolastico. La prima affronterà il tema giovani-scuola-lavoro, la seconda si soffermerà sul significato dell’esperienza educativa di don Lorenzo Milani.
L’iniziativa sui temi Mediterraneo-Europa riprenderà con la presentazione del libro “Non c’è dolcezza” della scrittrice albanese Anilda Ibrahimi, già prevista in autunno e rinviata per problemi di salute dell’autrice (la presentazione avverrà non appena la Ibrahimi si ristabilirà).
Il gruppo di lavoro sulla crisi ha programmato alcuni momenti di confronto a più voci sul tema delle ricette economiche anticrisi: il primo con europarlamentari di diverso orientamento politico, che si confronteranno discutendo il numero della rivista “Centro in Europa” dedicato al tema “L’Europa davanti alla crisi: frammentazione o rilancio?”; il secondo con due spezzini di primo piano, il chairman dell’EBA, European Banking Authority, Andrea Enria, e l’economista Wladimiro Giacchè (che si terrà in autunno). Sono inoltre previsti incontri con il segretario della Fiom Maurizio Landini, che in autunno fu costretto da un lutto familiare a non partecipare all’incontro con Sergio Cofferati, e con la giornalista Luciana Castellina, che presenterà il suo ultimo libro.
Il quinto gruppo di lavoro, “Religioni e politica”, riprenderà il suo ciclo di incontri con la presentazione, in autunno, del prossimo libro del teologo cattolico Vito Mancuso.
L’Associazione affronterà anche due tematiche al centro della riflessione sia nazionale che locale: le nuove politiche urbanistiche basate sullo stop al consumo di suolo e sulla rigenerazione urbana e le nuove politiche culturali nelle città, che devono essere capaci di fronteggiare i cambiamenti in atto (dalla diminuzione dei finanziamenti ai mutamenti della domanda del pubblico).

Popularity: 5%