Giorgio Pagano presenta il libro “Sao Tomé e Principe – Diario do centro do mundo” – Verona, Museo Africano, mercoledì 27 settembre ore 18
20 settembre 2017 – 22:12 | No Comment

Giorgio Pagano presenta il libro
“Sao Tomé e Principe – Diario do centro do mundo”
Verona
Museo Africano
mercoledì 27 settembre ore 18
“L’Africa è sempre più ‘nostra’. Le migrazioni, la globalizzazione e la crisi economica, il terrorismo jihadista: tutto …

Leggi articolo intero »
Crisi climatica e nuove politiche energetiche

Economia, società, politica: anticorpi alla crisi

Quale scuola per l’Italia

Religioni e politica

Ripensare il Mediterraneo un compito dell’Europa

Home » Ripensare il Mediterraneo un compito dell'Europa

“Mediterraneo: origine ed evoluzione” – Due conferenze del professor Walter Landini, Mercoledì 26 Aprile e Sabato 13 Maggio all’Auditorium del Liceo Pacinotti

a cura di in data 23 aprile 2017 – 22:20Nessun commento
Invito 26 aprile e 13 maggio

Invito 26 aprile e 13 maggio

L’Associazione Culturale Mediterraneo e il Liceo Pacinotti hanno organizzato due conferenze di Walter Landini, docente di Paleontologia all’Università di Pisa, sul tema “Mediterraneo: origine ed evoluzione”. La prima, dal titolo “Dall’oceano Tetide al mar Mediterraneo attraverso la Grande crisi di salinità” si terrà mercoledì 26 aprile alle ore 11; la seconda, dal titolo “L’origine delle faune marine del Mediterraneo” si terrà sabato 13 maggio alle ore 10. La sede, per entrambe, sarà l’Auditorium del Liceo Pacinotti, in via XV Giugno.
Il bacino Mediterraneo, non solo per la sua collocazione geografica, intermedia tra mari freddi e quelli caldi, ma per il fatto di essere un mare semichiuso con una storia geologica, paleogeografica e paleoecologica davvero singolare, costituisce un laboratorio naturale di straordinaria importanza che ha attirato generazioni di ricercatori.

E’ certo che di tutti gli eventi chiave che ne hanno segnato la sua lunga storia, la “Grande crisi di salinità” che ha portato al suo (presunto) disseccamento, circa 5,5 milioni di anni fa, può essere considerato come lo spartiacque tra il vecchio Mediterraneo derivato dalla Tetide e quello odierno di derivazione atlantica.
Tema quest’ultimo che verrà dibattuto nel secondo incontro nel corso del quale saranno analizzati i nuovi scenari marini generati dall’invasione delle acque atlantiche, contestualizzando anche la storia dei popolamenti faunistici delle sue principali isole che, con le loro intriganti associazioni endemiche, costituite da elefanti, ippopotami e cervi nani accanto a roditori e insettivori giganti, hanno caratterizzato queste faune insulari prima dell’arrivo dell’uomo. Gli effetti dell’impatto delle prime colonizzazioni antropiche su questi delicati equilibri biologici ci restituirà il Mediterraneo della Storia.

Come insegnava Tucidide bisogna conoscere il passato per capire e orientare il futuro.

icona-pptClicca qui per leggere i testi delle due conferenze di Walter Landini

Popularity: 3%