Lunedì 19 Agosto ore 21.30 all’Arena Cinema Astoria di Lerici proiezione del film “Tutti pazzi a Tel Aviv”
10 agosto 2019 – 09:06 | No Comment

Tutti pazzi a Tel Aviv
Lunedì 19 agosto ore 21,30
Arena Cinema Astoria Lerici
L’Associazione Culturale Mediterraneo ed il Cinema Il Nuovo organizzano, lunedì 19 agosto alle ore 21,30 all’Arena Cinema Astoria di Lerici, la proiezione del film …

Leggi articolo intero »
Crisi climatica e nuove politiche energetiche

Economia, società, politica: anticorpi alla crisi

Quale scuola per l’Italia

Religioni e politica

Ripensare il Mediterraneo un compito dell’Europa

Home » Crisi climatica e nuove politiche energetiche, Economia, società, politica: anticorpi alla crisi, Quale scuola per l'Italia, Religioni e politica, Ripensare il Mediterraneo un compito dell'Europa

Il programma delle iniziative autunnali dell’Associazione Culturale Mediterraneo

a cura di in data 23 luglio 2015 – 14:06Nessun commento

cartellone-autunnale-2015

Il Consiglio Direttivo dell’Associazione Culturale Mediterraneo ha discusso le linee del programma autunnale dell’Associazione, sulla base delle indicazioni dei suoi 5 gruppi di lavoro.
L’Associazione parteciperà, come ogni anno, a “Libriamoci”, manifestazione culturale del Comune della Spezia: domenica 4 ottobre alle ore 21 lo storico Franco Cardini presenterà i suoi libri “Gerusalemme. Una storia” e “Andare per le Gerusalemme d’Italia”. Nel primo dei due volumi Cardini, da conoscitore e soprattutto da innamorato della città santa, ci guida in una passeggiata e dipana il filo della storia, allineando eventi e immagini di ieri e di oggi, alla ricerca di quella che resta una città-mistero. Anche il secondo volume è un libro di viaggio, questa volta alla scoperta di Gerusalemme in Italia: una presenza di cui l’Italia è investita per intero, grazie a un dialogo intessuto da secoli, che trova espressione in ogni rigo della sua storia, in ogni pietra delle sue città. Una volta divenuti inaccessibili i Luoghi Santi, lembi di Terra Santa vennero infatti ricreati nel nostro Paese. Intraprendere il cammino penitenziale attraverso santuari come il Sacro Monte di Varallo, il complesso delle Sette Chiese di Bologna, il Volto Santo di Lucca, San Vivaldo, Acquapendente nel Senese, il Santo Sepolcro di Brindisi significa ritrovarne la memoria e rivivere le emozioni di quel primitivo pellegrinaggio.


Sempre per il filone “Ripensare il Mediterraneo. Un compito per l’Europa” verrà presentato, a novembre, il libro dell’attivista e scrittore Gianluca Solera “Riscatto Mediterraneo”, un reportage letterario sui movimenti, dalla Primavera Araba agli Indignados, che hanno riportato il Mediterraneo al centro dei grandi cambiamenti della storia. Insieme all’autore saranno presenti giovani protagonisti di queste esperienze. Il libro sarà presentato al mattino agli studenti spezzini, in collaborazione con la Consulta Studentesca Provinciale, e al pomeriggio in una sala pubblica.

In questo filone rientra anche un’iniziativa, prevista a ottobre, in collaborazione con il Movimento Politico per l’Unità, sul tema delle migrazioni, alla quale parteciperà Martin Nkafu Nkemnka, camerunense, docente di Filosofia e Missiologia all’Università Pontificia Lateranense.

“Società o barbarie” di Pierfranco Pellizzetti, già docente all’Università di Genova, firma di Micromega e del Fatto Quotidiano, è il libro scelto per le iniziative del filone “Economia, società, politica: anticorpi alla crisi”. “La società esiste”, sostiene l’autore in polemica con la tesi contraria di Margaret Thatcher. Pellizzetti indaga sulle origini storiche, i risvolti socioeconomici e le tecniche propagandistiche del neoliberismo e propone di “rifare società”, restituendo autonomia a una politica oggi assoggettata all’economia e avvicinandola ai cittadini. La politica come discorso pubblico deliberativo e non come tecnologia del potere è una necessità urgente, sostiene Pellizzetti, se l’Occidente vuole sfuggire alla barbarie. Il libro sarà presentato a ottobre; insieme all’autore interverranno Marco Aime, docente di Antropologia Culturale all’Università di Genova, e Luca Borzani, Presidente della Fondazione Palazzo Ducale.

Sempre per il filone “Economia, società, politica: anticorpi alla crisi”, verrà presentato a dicembre il libro del filosofo Remo Bodei “Generazioni. Età della vita, età delle cose” (iniziativa già prevista, rinviata per problemi di salute dell’autore). Il libro si interroga sui legami sociali e la fiducia tra le generazioni: si potrà introdurre tra loro un nuovo, più equo e lungimirante patto? Quali saranno le modalità di restituzione di risorse materiali e immateriali -cose, sicurezza, affetti, autonomia- alle giovani generazioni? In collaborazione con la Consulta Studentesca Provinciale Bodei incontrerà al mattino gli studenti sul tema “Ragion pubblica. Come e perché si degrada la comunicazione politica”.

Per il filone “Religioni e politica” la riflessione non può che focalizzarsi sull’Enciclica di Papa Francesco “Laudato si’”: una dura ma obbiettiva presa di coscienza sulla nostra casa comune, la terra con il suo Creato, e insieme la proposta rivoluzionaria di un’”ecologia integrale” e di un nuovo umanesimo che cambi profondamente gli assetti economici, sociali e politici e i paradigmi culturali dominanti. Ne discuteranno, a novembre, Enrico Galavotti, docente di Storia del Cristianesimo all’Università di Chieti-Pescara e ricercatore della Fondazione per le scienze religiose Giovanni XXIII, e Guido Viale, sociologo, economista e ambientalista.

Ancora in corso di definizione, infine, le iniziative dei filoni “Quale scuola per l’Italia” e “Crisi climatica e nuove politiche energetiche”. Nel primo caso saranno presentati alcuni libri che tengano conto di tutto quello che si agita nella pluralità del dibattito attuale; nel secondo caso il focus sarà sul negoziato mondiale sul clima e sulla conferenza di Parigi di fine anno, e sul rapporto tra energia e geopolitica.

Popularity: 7%