Giorgio Pagano presenta il libro e la mostra fotografica “Sao Tomé e Principe – Diario do centro do mundo” a Massarosa al Antico Opificio La Brilla, Sabato 19 agosto ore 18
14 agosto 2017 – 22:56 | No Comment

Giorgio Pagano presenta il libro e la mostra fotografica
“Sao Tomé e Principe – Diario do centro do mundo”
Massarosa
Antico Opificio La Brilla
Porta del Parco Migliarino – San Rossore – Massaciuccoli
Sabato 19 agosto ore 18
Sabato 19 agosto …

Leggi articolo intero »
Crisi climatica e nuove politiche energetiche

Economia, società, politica: anticorpi alla crisi

Quale scuola per l’Italia

Religioni e politica

Ripensare il Mediterraneo un compito dell’Europa

Home » Quale scuola per l'Italia

Iniziativa del 20.04.2009 con Cinzia Mion

a cura di in data 20 aprile 2009 – 15:43Nessun commento

Tematica trattata:La scuola di base:quale modello educativo per l’Italia di oggi?

INCONTRO CON CINZIA MION
Lunedì 20 aprile, ore 17, Centro Allende , La Spezia

Lunedì 20 aprile alle ore 17 al Centro Allende della Spezia (Giardini Pubblici) è in programma l’ incontro con Cinzia Mion, dirigente scolastica, psicologa, pubblicista e componente di varie commissioni ministeriali sul tema “La scuola di base. Quale modello educativo per l’Italia di oggi?”. L’evento è organizzato dall’ Associazione Culturale “Mediterraneo” della Spezia (Corso Cavour 221).
Il gruppo di lavoro “Quale scuola per l’Italia”, dopo l’iniziativa sulla scuola superiore, vuole questa volta puntare i riflettori sulla scuola elementare  e media. Molte sono le tematiche che scuotono oggi il mondo della scuola di base: il ritorno ai voti, il cinque in condotta, il maestro unico, l’eliminazione delle compresenze, la contrazione del tempo scuola. Sono questi gli strumenti di cui la scuola ha bisogno per affrontare le sfide che oggi ha davanti? E’ necessario ricostruire un dialogo virtuoso tra scuola e società civile per riscoprire un modello educativo condiviso. Un modello educativo dove gli insegnanti, con sguardo benevolo ma esigente, sollecitino gli alunni al confronto, al dialogo, alla ricerca di senso, al rispetto reciproco, ad un agire non competitivo ma cooperativo, che massimizzi, insieme all’interesse individuale, anche il bene collettivo. La scuola deve avere gli strumenti per garantire due diritti inalienabili: il rispetto delle diversità culturali e l’uguaglianza delle opportunità formative. Queste tematiche saranno approfondite nell’incontro di lunedì, aperto a insegnanti, genitori, cittadini interessati.
Per informazioni sugli appuntamenti e per aderire all’Associazione Culturale “ Mediterraneo” telefonare a 345 6124287 oppure scrivere all’indirizzo e-mail spmediterraneo@gmail.com .

Si è tenuta  al Centro Allende, gremito di insegnanti e genitori delle scuole elementari e medie della provincia, l’incontro promosso dall’Associazione Culturale “Mediterraneo” sul tema “La scuola di base. Quale modello educativo per l’Italia di oggi?”, che ha visto come relatrice Cinzia Mion, dirigente scolastica, psicologa e formatrice.
“Le misure del ministro Gelmini non affrontano i problemi reali della scuola italiana, ma li aggravano”, ha affermato la Mion, che ha difeso l’esperienza della compresenza di più maestri portatori di saperi specialistici e ha criticato il ritorno del maestro unico: “sarebbe un tuttologo”, ha spiegato, e “il bambino sarebbe meno autonomo, perché dipenderebbe di più dall’insegnante”.
La Mion ha criticato anche la contrazione del tempo scuola e il ritorno a vecchi criteri di valutazione. “Ma non si torna indietro -ha concluso- perché, nonostante le nuove misure, con l’autonomia scolastica ci sono gli spazi per salvare il salvabile, difendere il più possibile compresenze, tempo pieno e valutazione formativa e evitare il ritorno a una scuola selettiva e trasmissiva”.
Per informazioni sugli appuntamenti e per aderire all’Associazione Culturale “ Mediterraneo” telefonare a 345 6124287 oppure scrivere all’indirizzo e-mail spmediterraneo@gmail.com

E’ possibile scaricare tutto il materiale in formato .ZIP dal seguente link:

iniziativa_con Mion_20/04/2009

Popularity: 76%